SOCIETÀ TEATRALE

Ai sensi della legge 7 ottobre 2013 n.112 si pubblica quanto segue:

 

SOCIETÀ TEATRALE
La Società Teatrale è un’Associazione Culturale senza scopo di lucro, legalmente riconosciuta, con sede in 05022 Amelia (Terni), via del Teatro, 22.

 

CARICHE SOCIALI ATTUALI (elette tra i Soci a norma di Statuto):

CONSIGLIO DIRETTIVO:
Riccardo Romagnoli, presidente e legale rappresentante;

Mario Mari, vice presidente;

Carlo Sgrigna, componente;

Giampaolo Falciai, componente;

Marco Cerasi, componente.

SEGRETARIO:
Laura Novelli.

Nessun titolare di carica sociale è retribuito.
Tutti i Soci, compresi i componenti del Consiglio Direttivo, contribuiscono, a norma di Statuto, alle spese di gestione con una quota ordinaria annuale, attualmente fissata in € 720,00. Gli introiti derivanti dall’attività del Teatro sono destinati esclusivamente a copertura dei costi degli eventi teatrali, al pagamento delle utenze e alle spese di manutenzione ordinaria e straordinaria del Teatro.
L’Associazione non ha dipendenti, ma esclusivamente un numero variabile di collaboratori volontari.

 

NOTIZIE STORICHE

Fondata nel 1782 allo scopo di realizzare un teatro nella città d’Amelia, la “Società Teatrale” (all’epoca la nozione giuridica di “Associazione” nell’odierno significato non sussisteva) promosse e sovvenzionò la costruzione del TEATRO SOCIALE, su progetto dell’architetto Stefano Cansacchi. Il Teatro fu inaugurato nell’anno successivo (1783, come documenta anche l’iscrizione sull’architrave marmoreo dell’ingresso dell’edificio). Da allora la Società Teatrale ne ebbe ininterrottamente e tuttora ne ha la proprietà e la gestione.

 
L’ATTIVITÀ RECENTE DELLA SOCIETÀ TEATRALE

Dal 2013 la Società Teatrale – che negli anni ’80-’90, con lavori durati oltre un decennio aveva provveduto, con un forte contributo dello Stato, al consolidamento e al restauro dello storico immobile, riportato all’originario splendore – ha ripreso la grande tradizione lirico-concertistica e recitativa del Sociale, dando vita ad AMERIA FESTIVAL, rassegna di musica e prosa a livelli d’eccellenza, intitolata all’antico nome romano della città. In pochi anni il Festival è assurto a rilievo e notorietà nazionali, giungendo a conseguire il riconoscimento del Fondo Unico per lo Spettacolo per l’alta qualità degli eventi, ottenuta coniugando alla validità dei contenuti (i capolavori della grande musica, ma anche alcune delle migliori recenti composizioni) la significatività degli interpreti.

 
2013-2018: I SEI ANNI DI AMERIA FESTIVAL

Sul palcoscenico del Teatro Sociale si sono infatti succeduti eventi di sicura attrazione, affidati a grandi musicisti, come i violinisti Uto Ughi e Salvatore Accardo, i pianisti Bruno Canino, Marcella Crudeli, Alessandro Marangoni, Giovanni Bellucci, a complessi famosi ed amati, come i Solisti Veneti diretti dal compianto Claudio Scimone, gli ensemble cameristici dei Berliner Philharmoniker, dell’Accademia di Santa Cecilia, dell’Opera  di Roma, di Europa Musica, le grandi bande musicali dei Carabinieri, dell’Aeronautica  e della Polizia di Stato, a celebri jazzisti come Lino Patruno, Romano Mussolini,  Stefano Di Battista, i Blue Moka, Riccardo Biseo,  Antonello Salis, ad acclamati attori di prosa, quali Anna Marchesini, Giorgio Albertazzi, Simona Marchini, Gigi Proietti, Anna Mazzamauro, Paola Quattrini, Maddalena Crippa, Elio Pandolfi, Tullio Solenghi, Peppe Servillo; ma anche a giovani talenti della musica, come i pianisti Andrea Rea e Cristiana Pegoraro, la violinista Patrizia Bettotti, la flautista Elisabeth de Merode, i tenori Marco Santarelli, Pablo Cassiba, Alessandro Luciano, il soprano Sabrina Cortese, il baritono Carmine Monaco, a nuovi protagonisti del teatro di prosa, quali Francesco Stella, Giuliano Calandra, Paolo Fosso, Laura Lattuada, Mario Antinolfi, Marco Cavallaro, Dario Cassini.

 

CONTRIBUTI DA ENTI PUBBLICI E PRIVATI

Come risulta dalla rendicontazione del Festival, la Società Teatrale nello scorso 2017 ha ricevuto i seguenti contributi:

Regione Umbria: € 16.000,00
Poste Vita: € 6.000,00
Fondazione Carit: € 12.390,00
Sponsor privati: € 11.000,00.
Nel corso dell’odierno 2018 è sinora pervenuto un contributo della Fondazione Carit di € 8.000,00.